Sword Word Drown

La parola è illusione, tutto nasce da lì, lo vedi, sulle linee sinuose della sabbia, sulle dischiuse labbra dei suoi silenzi. Per alcuni la parola è la spada, invisibile, folgorante, con cui recidere controversi destini. Io sto venendo a ucciderti con questa immagine negli occhi. Una lama all’altezza dell’orecchio, sembra sinistro, che si allontana nervoso verso l’infinito con una grigia parrucca sulla testa. Basta cogliere una scena del film, Psycho, l’ultima la prima, e riconoscere nella fine l’inizio. Basta togliere una esse alla parola inglese sword e la parola word è compiuta. The word is the word is the word. Recitando. E poi, senza gridare, perfavore, non c’è bisogno di gridare, come sempre questo assordante gridare come un tuono che sempre succede allo spavento per aver visto improvviso lo scintillìo di un lampo, aggiungi una enne allo specchio della parola word e vedrai riaffiorare dal nulla il termine drown, annegare. Ma non c’è tempo nè alcuna circostanza. Io sto scivolando verso il fiume rosso di Eraclito, pleonasticamente inutile e importante, con la tendenza sua propria a coagulare, ma non questa volta, piuttosto evaporare con la leggerezza di ogni suo limite schiumoso e fluviale, desistendo a ogni resistenza, staccandomi dai suoi tratti annunciati per orbitare in un maelstrom sconosciuto, infangandomi di ghirigori d’angeli moltiplicati nella sua rete, infinitamente gurgito sempre più veloce nell’infinito, giù per il tubo di scarico della mia doccia.

Annunci

2 thoughts on “Sword Word Drown

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...