Sogni da un mondo laterale

Nessuna poesia da gettare dalla finestra
non un solo verso a cui far la punta.

Ma ero nel suo occhio come uno spillo
lontanissimo il suo sguardo m’attraversava

oltre la vita in attesa di una parola figlia
del desiderio d’obliare l’oblio della caduta.

Quella era la morte condannata a vivere
fuori dalle mura colpite da ogni rumore possibile.

Annunci

4 thoughts on “Sogni da un mondo laterale

  1. fabmilia ha detto:

    così melodica.
    Alla fin fine, io credo, sotto le poesie c’è ben poco da commentare. Solo da ascoltarne il suono.
    Ogni parola detta tanto per sarebbe in grado di ucciderle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...