Il pozzo e il pendolo, la prosa e la poesia

There was a harsh grating as of a thousand thunders!
E. A. Poe, The Pit and the Pendulum

Ed ecco l’aspro rotolar di mille tuoni!
E. A. Poe, Il pozzo e il pendolo

Crescono male, vuoti e in polvere
i miei libri, o meglio, quelli degli altri,
sembrano lì fermi, sdraiati al margine
del deserto, sulla sponda del giorno
e la notte è di là che si muove piano,
sul mio comodino a giacere ormai
da lungo tempo, queste strane torri
dalle scale sdentate… dove si scende
andando a capo nella scrittura, e
invece a me pareva di dover salire
per i luoghi che passano e le stagioni
che rimescolo continuamente
per consumarle e lasciarle andare
ma niente passa e rimangono
come i titoli dei libri letti di taglio…
in una libreria – il vero volto del libro
diceva J. Cortazár parlando dei mal-
chiamati dorsi che formano in questi
giorni stranamente una poesia

Invisibile – Paul Auster
Ai confini della realtà – Rod Serling
Il senso di una fine – Julian Barnes
All’ombra delle fanciulle in fiore – Marcel Proust
Aspettando Godot – Samuel Bechet
Il Dio del labirinto – Herbert Quain
Durante la costruzione della muraglia cinese – Franz Kafka
Cerimonie – Michele Serra
Destino coatto – Goliarda Sapienza
Cronaca di una morte annunciata – Gabriel Garcia Marquez
Gli ultimi giorni – Raymond Queneau
Così è se vi pare – Luigi Pirandello
Scrivo solo per portarmi a letto le ragazze – Charlie Bukowski
Di questo mondo e degli altri – José Saramago
I racconti di ieri e di domani – Jules Verne
Perché la notte – James Ellroy
Nessun dove – Neil Gaiman
Soffocare – Chuck Palahniuk
La casa delle belle addormentate – Yasunari Kawabata
Così parlò Zarathustra – Friedrich Nistzche
Chi ti credi di essere – Alice Munro
Tu e un quarto – Jonathan Caroll
Un tal Lucas – Julio Cortazár
Uno che passa di qui – Julio Cortazar
Sulla strada – Jack Kerouac
Sotto il sole giaguaro – Italo Calvino
Sopra eroi e tombe – Ernesto Sabato
Una e una notte – Ennio Flaiano
La notte che bruciammo Chrome – William Gibson
Molto dopo mezzanotte – Ray Bradbury
Prima della fine – Ernesto Sabato
Lei dunque capirà – Claudio Magris
L’Importanza di Chiamarsi Ernesto – Oscar Wilde
L’uomo duplicato – Josè Saramago
Il cacciatore d’occhi – Sebastian Fitzek
Quelli – Joyce Carole Oates
Scelti dalle tenebre – Anne Rice
in volo senza confini né interpreti
svegli per il mondo a distrarmi
dal masticare le voci che sento
solfeggiare rumorosamente per strada.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...