XI

E mentre fumavo una sigaretta stendendo il bucato sul balcone di una casa di corte dove ero ospite in quel periodo della mia vita d’automa, sospeso e distante come nel sogno accettato, in trance, quasi in tilt, sento il gatto ch’è minacciato dalla “buona” vicina.

<<Non entrare in casa>> gli addita il verdetto posando nuda sulla soglia <<se non vuoi che ti tagli la coda>>, dice esprimendo il suo nazismo, fiera e imponente sulla bestiolina. E certo si intuiva a chi era rivolto il suo invito. Ma che prezzo deve pagare ogni volta Dalila per avere un uomo mezzo cieco tra le cosce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...