Golden green wine: for your dream

And I really would like to sleep, like the night
clouded by drink all the wine of the sunset,
not to think about anything, to anyone,
not to be the spark plug of any engine,
not to dream like electricity in the air
because it ends the alchemy of that stone
John gave me by hitting me in the head
when we were kids and then it’s like living
in another Era another Ice Age.
I don’t remember. Don’t be wicked or redeemed,
not even to dream the dream. But I could
really one day forget to wake me up.
Live no longer deported from any job
to keep the dreams of wealth of one,
or a group, or a set of these blood
groups stuffed with straw and needles, atrophied
in the shine of an accidental fire.

 

*

 
E io davvero vorrei dormire, come la notte
ottenebrata dal bere tutto il vino del tramonto,
non pensare più a niente, a nessuno,
non essere la candela di nessun motore,
non lasciarsi sognare come elettricità nell’aria
perché si concluda l’alchimia di quella pietra
che Giovanni mi lanciò colpendomi alla testa
quand’eravamo ragazzi e da allora è come vivere
in un’altra Era un’altra Glaciazione.
Non ricordo. Non essere empio né redento,
non sognare nemmeno il sogno. Ma potessi
davvero un giorno dimenticare di svegliarmi.
Non vivere più deportato da un lavoro qualsiasi
per mantenere i sogni di ricchezza di uno,
o di un gruppo, o di un insieme di questi gruppi
sanguigni imbottiti di paglia e di aghi, atrofizzato
nello splendore involontario di un incendio.

*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...