Patchwork Aftershock Irreversible

While the day closes bench

and night falls insatiable

I offer my throat to the sky

like to the barber,

the head, folded on headrest,

looking for a jack to slip into the nape

like in matrix – eternal dream

immature virgin present.

This is no time to have a body,

to think a heart transplant

or a soul or opposite sex,

I will not tattoo

even the brain.

I, who I am no more I/O,

I will not think more to life

and her parts badly stitched up.

I will pass on the street

like another in another dream,

like a ghost, a color,

an imperfection, something

unthought, essential.

*

Mentre il giorno chiude banco

e cala insaziata la sera

offro la gola al cielo

come dal barbiere,

la testa piegata sul poggiatesta

cerca un jack da infilare alla nuca

come in matrix – eterno sogno

immaturo vergine presente.

Non è più tempo di avere un corpo,

di pensare a un trapianto di cuore

o un’anima o un altro sesso,

non mi lascerò tatuare

nemmeno il cervello.

Io, che non sono più I/O,

non penserò più alla vita

e alle sue parti mal ricucite.

Passerò per strada come 

un altro in un altro sogno,

come un fantasma, un colore,

un’imperfezione, una cosa

impensata, essenziale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...